Campionato di Società Cadetti-Cadette

Le “trasferte” a Ostia quest’anno sono molte ma particolarmente gradite. Il campo è molto bello ed efficiente e, come nel Trofeo Liberazione, si ottengono ottimi risultati tecnici.

Per il Campionato di Società Cadetti-Cadette è accaduta la stessa cosa. A parte la prima a Caracalla, ci siamo sempre trasferiti ad Ostia per le altre tre giornate. I ragazzi sono migliorati, sono andati in forma a poco e poco e, salvo quelli che tornavano dai campi scuola, tutti si sono comportati molto bene.

Punti di eccellenza li ha toccati soltanto il solito Valerio Spalletta, che ha arrotondato i suoi primati: sul 1000, portandolo a 2’46’’73, e sul 2000, sempre vincendo e sfiorando il minimo degli italiani che è di 6’01’’ con 6’01’’82. Per il resto, hanno contribuito tutti a una buona prestazione globale, cominciando da Riccardo Stalpicetti, seguitando con il giovane Alessio Fabri; Gianluca Nanni ci ha dato una mano nelle specialità tecniche (300hs e alto), Alessandro Lucci nei lanci, Flavio Gatti nella velocità, Adriano Ricciardi, atleta polivalente ma che si allena poco, nel salto in lungo e nel giavellotto. Infine un acquisto dell’ultim’ora: un ragazzo molto ben attrezzato fisicamente, Christian Di Giorgi ha ben figurato, nonostante esordiente, sia nella velocità – 150m e staffetta – che nel getto del peso.

Dai nostri conteggi, saremo sicuramente qualificati per la finale di Rieti.

Anche le nostre ragazze, che si cimentano per l’ACSI Italia Atletica, sono state indispensabili alla qualificazione: Sara Tiracorrendo, Manar El Hindawy, Flavia Canetti, Alice Campisano. Lisa Carla Còcino, mentre si recava alle gare di Ostia,  si è trovata purtroppo coinvolta in un grave incidente di motocicletta, insieme al papà Mario. A loro vanno i nostri sinceri auguri di pronta guarigione.